Nel cuore, regale e selvaggio,
della Tenuta di San Rossore

Una lunga storia

La famiglia Antonelli si trasferisce a San Rossore nel 1824 al seguito della "razzetta dei cavalli" che Leopoldo II

di Lorena porta nella Tenuta, per salvarne l'integrità genetica all'arrivo delle truppe napoleoniche.

Poldo Antonelli nasce nel 1861 alla Scaletta e vive

da pescatore a Bocca d'Arno fino agli anni '40, 

divenendo ben presto l'uomo di fiducia della regina Elena, che era solita trascorrere a San Rossore le sue estati.

Il figlio di Poldo, Fernando, con la moglie Aristea, detta Emma, danno avvio ad una dispensa di generi alimentari nell'ex-monastero di San Lussorio - il martire cristiano da cui deriva il nome della Tenuta - e ben presto la bottega diventa un emporio in cui si può mangiare e acquistare beni per ogni necessità.

 

Alla morte di Fernando -arruolato nella regia marina e giovane vittima della campagna d'Africa- sarà il figlio Poldino a portare avanti l'attività e a lui si affiancheranno la moglie Maria Grazia e i figli Maurizio e Sandro. Insieme daranno vita al Ristorante Poldino, dove profumi e sapori di un ambiente incontaminato si sono conservati fino ad oggi. 

Oggi sono Sandro e sua moglie Annalia a gestire il ristorante, eredi di una cultura culinaria fortemente radicata nel territorio e legata alla migliore tradizione toscana.

 

Poldo Antonelli
Poldo Antonelli

in barca con Iolanda di Savoia - 1912

Ristorante Poldino
Ristorante Poldino

dal 1925

Poldo Antonelli
Poldo Antonelli

a Bocca d'Arno

Poldo Antonelli
Poldo Antonelli

in barca con Iolanda di Savoia - 1912

1/3
È uno dei
Logo_LocStorici scontornato.png
 
 
IMG_9807.jpg

Il menu

di stagione

Cinque piatti per ogni portata,

alla ricerca del giusto equilibrio per il palato e per il pianeta.

Le aziende produttrici

La collaborazione con

i produttori pisani, per cucinare cibi freschi e di alta qualità.

Le bevande
locali

La cura nella scelta dei vini, dei liquori e delle bevande, per una proposta coerente e completa.

ANTIPASTO DEL CACCIATORE.jpg

L'abbinamento
di Poldino

Il consiglio del mese
per assaporare al meglio il territorio

L'Uovo del Deri di Nodica

servito croccante su crema di patate allo zafferano e asparagi

con

La birra Janc' di Birrante, artigianale in stile Blanche aromatizzata alle bucce d'arancia amara di Sicilia.

 
 

Il cibo buono
crea un ambiente migliore

Decidere di mangiare bene influenza non solo la nostra salute ma anche quella dell'intero pianeta.

Per questo abbiamo scelto di rendere la nostra proposta enogastronomica sempre più sostenibile: privilegiando il consumo di prodotti biologici, acquistando il cibo da produttori locali, migliorando l'efficienza nell'uso delle risorse ambientali ed energetiche, evitando di sprecare cibo e acqua.

IMG_9811.jpg
 

Al tuo servizio

Loc. Cascine Vecchie, 13

San Rossore  |  56122 Pisa

+39 050 9911212  |  info@poldino.com

Richiedi informazioni >

Prenota il tuo tavolo >

Seguici  sui social >

  • Facebook
  • Instagram

SIAMO APERTI

  • a cena dal mercoledì al venerdì (ore 20-24)

  • a pranzo e cena il sabato, la domenica e i festivi (ore 12.15-15 ore 20-24)

 
Schermata 2021-05-17 alle 08.30.00.png
Iscriviti alla Newsletter per restare aggiornato su proposte ed eventi

Grazie per la tua iscrizione!